Monaco

Monaco

Originale gioco di furti e rapine

Monaco è un gioco stealth, ma con una forte personalità e una giocabilità più rilassata rispetto ad altri giochi simili. Il gioco fomenta la pianificazione e lo stealth, ma se vieni scoperto, non succede nulla, e il confronto diretto può essere una scelta estrema. Il punto forte di Monaco è la sua sezione audiovisiva , diversa da quella a cui siamo abituati oggi. Visualizza descrizione completa

PRO

  • Un gioco diverso dal solito
  • Controlli perfetti
  • Grafica innovativa

CONTRO

  • Un po' ripetitivo alla lunga
  • Multiplayer caotico

Molto buono
8

Monaco è un gioco stealth, ma con una forte personalità e una giocabilità più rilassata rispetto ad altri giochi simili. Il gioco fomenta la pianificazione e lo stealth, ma se vieni scoperto, non succede nulla, e il confronto diretto può essere una scelta estrema. Il punto forte di Monaco è la sua sezione audiovisiva , diversa da quella a cui siamo abituati oggi.

Furti e imprevisti

Monaco è una storia di ladri, una storia della vecchia scuola. Il primo livello è una fuga di prigione che solo quattro ladri specializzati porteranno a termine. Da lì la storia si sviluppa naturalmente passando a rapine in banca, fughe da ospedali, infiltrazioni in ambasciate, naufragi... ... All’inizio di ogni livello vengono presentati quattro rapinatori selezionabili. Ognuno ha delle capacità uniche, per esempio c’è quello che può vedere i nemici da lontano, quello che apre le serrature in un batter d’occhio, il bullo capace di mettere fuori combattimento le guardie, e via dicendo. Nella storia vengono inseriti, livello dopo livello, più personaggi, sempre diversi dai precedenti e sempre con abilità speciali. Tutti i livelli si giocano allo stesso modo. Che sia una banca, un’ambasciata, una nave o un ospedale, il livello inizia all’esterno dell’edificio. Il tuo obiettivo è quello di entrare, superare i vari piani, raggiungere il tuo obiettivo (che può essere un oggetto da rubare o un personaggio), tornare indietro verso l’uscita e fuggire. La cosa migliore di Monaco è l'azione. I livelli sono più o meno aperti, le possibilità d’infiltrazione molto numerose, e il modo in cui si decide di raggiungere l’obiettivo finale dipende da te, da come ti piace giocare, dal personaggio scelto. Ma c’è di più: le azioni in Monaco si svolgono in modo realistico e come tutti sappiamo nei film d’azione accadono sempre degli “imprevisti”. A Monaco può succedere di tutto. Le guardie e i poliziotti non hanno schemi fissi di movimento, ci possono essere civili che sospettano di te, ci sono telefoni che squillano in modo casuale e che ti metteranno allo scoperto, ci sono telecamere, cani, sistemi di pirateria informatica... e tutte quelle variabili che possono aiutarti in un modo o nell’altro o renderti le cose più difficili. In genere la furtività è il modo migliore per raggiungere l’obiettivo. Dovrai farlo il più velocemente possibile e rubare più oro possibile (alla fin fine sei pur sempre un ladro). L’oro ridurrà il tempo della missione, ed essendoci dei ranking online, sarai sempre in competizione per diventare il miglior ladro. Non possiamo non citare il multiplayer fino a un massimo di quattro giocatori. È abbastanza divertente superare un livello giocando in squadra, ma in questo caso il gioco cambia. La completezza del gioco solista si rompe per creare un’esperienza ancora più folle e fuori controllo. È divertente, certo, ma diciamo che Monaco risulta abbastanza diverso quando si gioca in compagnia.

Estremamente intuitivo

Uno dei maggiori punti di forza di Monaco è il controllo. Grazie alla sua estrema usabilità, risulta molto semplice giocare e immedesimarsi nell’avventura. Hai bisogno della tastiera per muovere il personaggio e del mouse per il resto delle azioni, ci sono solo due pulsanti da utilizzare. Tutte le interazioni con lo scenario avvengono “spingendo” gli oggetti. Ad esempio, per aprire una porta chiusa dovrai spingerla e una barra di tempo t’indicherà quanto tempo dovrai farlo per riuscire ad aprirla. Per hackerare un computer o per rubare dovrai fare la stessa cosa. Il sistema è semplice ma è così ben integrato nel gioco e così efficace che è impossibile notare difetti. Le poche armi che hai e gli oggetti che prendi vengono maneggiati con il mouse che serve a puntare e sparare in tutte le direzioni.

Grafica innovatrice

Ciò che più colpisce di Monaco è la sua particolare grafica artistica che si riflette direttamente sulla sua giocabilità. Il gioco mostra lo scenario come una pianta architettonica, con una perfetta visuale zenitale e con grafici che vengono appiattiti apposta. Impiegherai due o tre livelli per abituarti a questa particolare progettazione visiva. Nelle prime partite, è difficile o addirittura incomprensibile. Durante la prima mezz’ora di gioco non capirai ciò che stai vedendo. Ma dopo aver giocato un po’ di più, tutto inizia ad avere un senso. Saprai a cosa servono quelle icone misteriose, la mappa nera all’inizio incomprensibile si trasforma in una cartina piena d’indizi e di segnali, e i personaggi che sembravano “brutti quadrati” cominciano ad avere la loro personalità. Tutto torna. La musica è un altro dettaglio che aggiunge personalità a Monaco. Creata principalmente con il pianoforte dà una sfumatura di mistero mentre si gioca, quando vieni scoperto il pianoforte accelera e diventa teso in base alla nuova situazione, per poi calmarsi alla fine quando riesci a fuggire. Tutto perfettamente sincronizzato, è una meraviglia.

Non si tratta solo di un altro gioco di furti e rapine

Monaco è un ottimo gioco d’infiltrazioni e furti. Forse il miglior gioco di questo genere, e se sei fan dei film d’azione troverai un’infinità di riferimenti. A livello di giocabilità è una ventata di aria fresca, sia per gli occhi che per le dita. Monaco ti permette di giocare liberamente, impone alcune regole generali, ma l’esplorazione e la sperimentazione sono presenti, tutto il necessario pur di raggiungere il tuo obiettivo. I controlli semplici sono molto d'aiuto. L’unica pecca è forse la ripetitività del suo insieme. Non è un difetto in sé, e il gioco cerca di aggiungere nuove variabili a ogni livello, ma anche così può essere un poco stancante ripetere le stesse azioni più e più volte. Fortunatamente, la grafica dei livelli e la curva di difficoltà raggiunta minimizzano questo dettaglio. Non farti ingannare dallo strano aspetto grafico: Monaco merita di essere provato.